dichiarazione iva 2022

Dichiarazione IVA 2022: scadenza e chiarimenti LIPE

Dal 1 febbraio 2022 è già possibile con l’elaborazione e l’invio della Dichiarazione IVA 2022 relativa al 2021. La scadenza ordinaria è il 2 maggio 2022. Tuttavia c’è una precisazione da fare per la liquidazione periodica del quarto trimestre, che spiegheremo tra poco.

Dichiarazione iva 2022: modello e scadenza

Dal primo febbraio è già possibile compilare e spedire la dichiarazione iva secondo il modello dell’agenzia dell’entrate. Dai un’occhiata al nostro articolo con le novità e le istruzioni operative.

Il termine originario della scadenza dovrebbe essere il 30 aprile, ma è stato spostato al 2 maggio perchè quella iniziale cade di sabato. Quindi è questa la data da tenere a mente, sempre che non ci siano proroghe dell’ultimo minuto a cui siamo (fin troppo) abituati.

Liquidazione periodica 4 trimestre: invio in dichiarazione

La situazione cambia nel caso in cui voglia evitare l’invio della liquidazione periodica relativa al quarto trimestre 2021. Grazie all’art. 12 del decreto legge 34/2019 il legislatore ha previsto la possibilità di evitare questo adempimento e di snellire gli adempimenti IVA. Ma ad una condizione: la dichiarazione IVA deve essere presentata entro il 28 febbraio.

In questo caso si comunicano i dati IVA di ottobre, novembre e dicembre 2021 nel quadro VP della dichiarazione iva 2022, quadro compilabile solo se viene inviata entro il 28 febbraio come dicevamo prima. Inoltre non si invia il quadro VH o VV se non vi sono dati da integrare o correggere relativamente ai trimestri precedenti.

Ovviamente, posso inviare la dichiarazione iva successivamente, sempre entro il 2 maggio, ma in questo caso sono tenuto ad inviare la LIPE del quarto trimestre entro il 28 febbraio.

Come si compila il quadro VP?

Nel rigo VP1 si inserisce il mese o il trimestre a cui il modulo fa riferimento. Coloro che hanno optato per l’invio dell’ultima LIPE nella dichiarazione iva 2022 devono indicare “5” per indicare i dati relativi al quarto trimestre.

Nel rigo VP2 si indica il totale delle operazione attive, al netto dell’iva, per il periodo di riferimento, comprese quelle operazioni non soggette per mancanza del requisito territoriale.

Al VP3 si devono inserire tutti gli acquisti, sia interni che esteri, sempre al netto dell’iva.

Invece nel VP4 e VP5 si inserisce rispettivamente l’iva esigibile e detratta per le fatture emesse e ricevute. Dalla loro differenza otteniamo l’importo dell’iva dovuta o a credito che verrà indicata nel VP6.

Aggiungendo le variazioni del credito precedente, dei versamenti per auto UE e l’acconto dovuto, si avrà l’importo a debito o a credito da indicare nel VP14.

Dichiarazione iva: cosa fare?

In questo momento, molti studi stanno preferendo l’invio adesso e non aspettare la scadenza ordinaria delle dichiarazioni iva 2022, per evitare quindi un adempimento, anche se spesso non è facile avere tutti i dati necessari per compilare la dichiarazione iva.

Fallo fare a noi! Noi di Iltuocontabile.it facciamo tutti gli adempimenti per i tuoi clienti, ad un prezzo irrisorio, così potrai dedicarti alla consulenza e a quello che più ti piace.

Scopri come funziona! Compila il modulo o contattaci via email all’indirizzo [email protected]

Ti richiameremo in meno di 20 minuti!

Dichiarazione IVA 2022: scadenza e chiarimenti LIPE

Scritto da:

News correlate

Logo Il Tuo Contabile

Richiedi ora la tua demo guidata, è gratuita!

Prenota una demo gratuita e senza impegno. 

Potrai programmarla assieme ad un nostro consulente, che ti ricontatterà entro 24 ore.

Ti verranno illustrati in tempo reale i nostri servizi, la piattaforma e tutto ciò che ti può essere utile. In questo modo potrai capire le funzionalità e scoprire tutti i vantaggi che ti offriamo.

Logo Il Tuo Contabile

Contattaci per qualsiasi esigenza

Compilando il form puoi contattarci per chiedere qualsiasi cosa e chiarire i dubbi.
Ti risponderemo nel più breve tempo possibile.

Sede

Corso Lodi 47, 20139, Milano (MI)

Email