Novità & Aggiornamenti

Bonus vacanze, IVA e Cassa integrazione: ecco cosa prevede il decreto rilancio

Il 13 maggio è stato approvato dal Consiglio dei Ministri il “Decreto Rilancio” pubblicato anche nella Gazzetta Ufficiale in data 19 maggio. In questo articolo noi de il tuo contabile vogliamo fare un piccolo riassunto di tutto quello che prevede. 

Reddito di emergenza

In merito al reddito di emergenza è riconosciuto un reddito straordinario, fra i 400 e gli 800 euro, ai nuclei familiari in condizioni di necessità economica che presentano un valore Isee inferiore a 15.000 euro.

Indennità di 600 euro

 Ai soggetti già beneficiari, per il mese di marzo, dell’indennità di 600 euro, la medesima indennità pari a 600 euro è erogata anche per il mese di aprile 2020. Per il mese di maggio l’indennità è individuata in misura pari a 1.000 euro, ma solo a condizione che ci sia stata una comprovata riduzione di almeno il 33% del reddito del secondo bimestre 2020, rispetto al corrispondente periodo dell’anno 2019.

L’indennità di 600 euro è inoltre riconosciuta, per i mesi aprile e maggio, a favore di determinate categorie di lavoratori dipendenti e autonomi che, in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da Covid 19 hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro.

Indennità a favore dei lavoratori domestici 

Ai lavoratori domestici non conviventi con il datore di lavoro, che abbiano in essere, alla data del 23.02.2020, uno o più contratti di lavoro per una durata complessiva superiore a 10 ore settimanali è riconosciuta, per i mesi di aprile e maggio 2020, un’indennità mensile pari a 500 euro, per ciascun mese.

Bonus vacanze 

È stato previsto un tax credit in favore dei nuclei familiari con Isee non superiore a 40.000 euro utilizzabile dal 01 luglio al 31 dicembre, per il pagamento di servizi offerti in ambito nazionale dalle imprese turistico ricettive e dai bed & breakfast. 

Il credito massimo è di 500 euro per ogni famiglia fruibili nella misura dell’80 per cento sotto forma di sconto sul corrispettivo dovuto e per il 20 per cento in forma di detrazione di imposta.

Iva azzerata sui DPI 

Iva azzerata su mascherine, gel disinfettanti e su tutti i dispositivi di protezione individuale anti-Covid. L’aliquota nel 2021 passerà al 5%.

Cassa integrazione 

La cassa integrazione Covid è stata rifinanziata per altre 9 settimane oltre alle 9 settimane già previste dal DL Cura Italia. 5 si potranno utilizzare fino a fine agosto per chi ne ha già usufruito e le altre 4, se necessario, tra settembre e ottobre. 

Proroga dei termini di versamento

I versamenti saranno sospesi ai sensi delle specifiche disposizioni del Decreto Liquidità e del Decreto Cura Italia possono essere effettuati entro il 16 settembre 2020. In sostanza si tratta di tutti i versamenti scadenti nei mesi di marzo, aprile e maggio. 

Trasmissione telematica dei corrispettivi

Viene prorogato fino al 1° gennaio 2021 il periodo di non applicazione delle sanzioni in caso di trasmissione telematica dei corrispettivi entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione. Pagamento avvisi bonari E’ prevista una rimessione nei termini per i pagamenti in scadenza tra l’8 marzo 2020 e il giorno antecedente l’entrata in vigore del decreto, anche per le rateizzazioni in corso, delle somme richieste mediante le comunicazioni degli esiti del controllo di cui agli articoli 36-bis e 36-ter D.P.R. 600/1973,54- bis D.P.R. 633/1972, nonché mediante le comunicazioni degli esiti della liquidazione relativamente ai redditi soggetti a tassazione separata.

La norma prevede altresì la sospensione dei medesimi pagamenti in scadenza nel periodo compreso tra l’entrata in vigore del decreto e il 31 maggio 2020. I versamenti possono essere effettuati entro il 16 settembre 2020.

Continua a leggere gli articoli del nostro blog per rimanere aggiornato sulle ultime novità!